Benvenuti nel futuro…

Paura di guidare?
Nessun problema, l’auto guida autonomamente !!!

Cari amici torinesi e parmigiani, presto verrete catapultati in un mondo magico nel quale le automobili guideranno in autonomia senza il nostro supporto.

Anche in Italia può ufficialmente partire la corsa all’auto a guida autonoma.

Il ministero dei Trasporti ha dato il primo via libera alla sperimentazione su strada di veicoli in grado di muoversi senza l’intervento di un essere umano. Un ok, da parte della Direzione generale Motorizzazione del ministero, che arriva subito dopo il parere già positivo espresso il 22 marzo dall’Osservatorio tecnico di supporto per le Smart Road. Si parte da due città, Torino e Parma, nel rispetto di tutte le prescrizioni dettate dal gestore delle strade stesse e comunque ancora in presenza di un supervisore. Tradotto: a bordo dell’auto a guida autonoma, al posto di guida, dovrà sedersi un tecnico in grado di controllare la situazione e accertarsi che venga garantita la sicurezza di passanti e altri automobilisti.

Per il momento l’autorizzazione alla circolazione è soltanto per l’unica società che ha presentato domanda al ministero. Si tratta di VisLab, acquisita dall’azienda californiana Ambarella nel 2015. VisLab è stata fondata dal professore Alberto Broggi nel 2009. Ma l’idea ha origine negli anni ‘90, da un gruppo di ricerca all’interno della facoltà di ingegneria dell’università di Parma. L’obiettivo è, appunto, investire sulle nuove tecnologie, come la guida autonoma e il machine learning. Ora VisLab potrà portare su strada i suoi progetti, in precisi tratti stradali nella sua città e a Torino.

Mondo Tesla:

Full Self-Driving è una tecnologia che si appoggia a un processore dove due cervelli indipendenti dialogano e decidono come muovere la vettura. Un combo di 6 miliardi di transistor che processano 2,5 miliardi di pixel al secondo.

L’autista robotico si affiderà agli stessi «sensi» già montati sulle vetture in circolazione: 8 telecamere, 12 sensori a ultrasuoni, un radar frontale. E, aggiunge Musk, anche il computer per «manovrarle» si trova già nascosto sotto la carrozzeria. Lo ripete due volte: «Tutte le nuove auto in produzione hanno già l’hardware necessario per la guida autonoma. Bisognerà solo aggiornare il software». E il costo è di 5.000 dollari.

Categorie:NOTIZIE

Tagged as: , , ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...