Trapianti: eccellenza italiana

Un altro primato italiano nel campo della medicina

L’ultima prova di eccellenza è stata qualche giorno fa a Bologna, quando è stato eseguito il primo trapianto al mondo di vertebre. Ma qualche mese prima a Torino era stato eseguito il primo trapianto combinato di quattro organi (polmoni, fegato e pancreas) in Europa. E tuttavia non basta ancora, perché i primati sono molti di più.

«L’Italia dei trapianti è certamente una realtà all’avanguardia a livello internazionale, sia sotto il profilo clinico, sia sotto quello organizzativo», spiega Massimo Cardillo, direttore generale del Centro nazionale trapianti (Cnt). «Solo per guardare all’ultimo anno, a Padova c’è stato il primo trapianto di fegato al mondo su un paziente con metastasi epatiche inoperabili, mentre al Policlinico di Milano, grazie a tecniche di perfusione e ricondizionamento, è stato possibile conservare un polmone per
oltre 30 ore in attesa di poterlo trapiantare in un paziente affetto da fibrosi cistica: anche questo è un record mondiale, come il trapianto di fegato eseguito a Roma in una paziente con metastasi epatiche da carcinoma mammario».
Il segreto dell’eccellenza italiana si cela dietro un ottimo sistema di rete, che permette di valorizza re le grandi qualità delle scuole chirurgiche grazie a un’organizzazione che mette insieme la raccolta delle dichiarazioni di volontà alla donazione, i prelievi, la conservazione e il trasporto. «La Rete trapianti è un esempio di come il fare squadra sia un valore aggiunto, specialmente in sanità, perché i trapianti non sono un la voro da “solisti”», aggiûnge. E non va dimenticato che il trapianto in Italia è inserito nei livelli essenziali di assistenza, quindi è una terapia gratuita, assicurata da un sistema sanitario solidaristico.

Categorie:NOTIZIE

Tagged as: , , , , ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...